Tin Hat Games

Xenoscape

Un gioco di sopravvivenza selvaggia in un futuro lontano.

XENOSCAPE è un gioco di ruolo post fantascientifico basato sulla sopravvivenza, dalle tinte primitive e tecno-fantasy allo stesso tempo.

I giocatori potranno vestire i panni di esseri senzienti, i più rari su Materia, un mondo alieno immerso in un tempo lontano ere dal nostro, dove la natura si è ripresa un mondo pesantemente colonizzato dalla mano parassita dell’Antico Impero umano, di cui oggi rimangono solo poche tristi spoglie ormai sommerse da una biosfera magnificente e terribile.

 

Il Setting

l’ambientazione di XENOSCAPE metterà tutti i giocatori di fronte alla sfida di sopravvivere in un mondo fortemente primitivo come Materia: piante surreali e condizioni ambientali mortali rendono la vita davvero difficile mentre creature immense, completamente distaccate dall’ecosistema ad una scala inferiore, vagano per questo ambiente feroce.

Non vi è traccia di civiltà, non esiste un conio ed il baratto è l’unica forma di commercio universale; le poche specie senzienti si aiutano fra loro come possono sperando di sopravvivere giorno per giorno in gruppi di carovane o creando piccole concentrazioni nomadi quando non tentano di approfittarsi l’uno dell’altro. La Legge dei Viventi è l’unica tradizione conosciuta e tramandata in lungo ed in largo da millenni dai suoi Sacerdoti e dai Rapsodi e garantisce lo svilupparsi ed il rispetto per la Natura e tutte le specie viventi, in particolar modo quelle dotate di coscienza o semi-coscienza: fra i suoi precetti poi spicca quello più importante, il divieto assoluto di diffusione della scrittura, considerata la vera causa del decadimento della civiltà passata e dietro al cui utilizzo si nasconderebbe un potere alieno, folle, innaturale e fonte di caos e distruzione per i viventi, da sempre mesmerizzati da profeti, testi sacri e propaganda.

Incontrerete esseri dalla biologia estrema e dotati di capacità fantastiche ma allo stesso tempo scientificamente plausibili (Solca-Foreste, Artropoidi, Squamata, Neuro-Fungi, Kyrbiani), solcherete deserti di cristallo o foreste nucleari ed attraverserete grotte scavate nei corpi di antichi esseri senza tempo o nei reattori abbandonati di un’epoca lontana.

 

Le Regole

Il gioco impiega dadi a sei facce da 5 mm, per gli oggetti in gioco saranno disponibili apposite carte da scambiare per sottolineare il sistema economico basato sul baratto.

XENOSCAPE presenta un sistema di regole originale ed innovativo, che mischia elementi della nuova e della vecchia scuola di gioco di ruolo. Pensato principalmente per vivere avventure sandbox e per emulare un sistema realistico di sopravvivenza, il gioco si basa su un’impostazione classica (con tanto di scheda per i personaggi e svolgimento dell’azione nei combattimenti suddivisa in round) ma sfrutta un sistema di gestione risorse/punti per ogni creatura.

Si utilizzeranno solo dadi a 6 facce ma non si lanceranno; ogni personaggio avrà 3 caratteristiche, Mente, Corpo, Riflessi che sommate fra loro danno vita alle riserve di punti denominate Sistema Nervoso, Sistema Immunitario, Sistema Energetico. Quando un personaggio vorrà compiere azioni specifiche dovrà impiegare queste risorse nella quantità che preferisce per tentare di avere successo, accrescendo il livello tattico e la sensazione di stare finendo le forze. Solo tramite il riposo ed ovviamente l’alimentazione, parte fondamentale in un mondo primitivo dominato dal soddisfacimento dei bisogni primari, saranno utili a recuperare tali risorse vitali, sia per la propria salute, sia per l’economia delle propria capacità di sopravvivenza.

Un sistema dedicato dunque, ispirato alla nostra natura ed alle abitudini della nostra fauna – ma con un twist fantascientifico – e sviluppato con il supporto di biologi, naturalisti ed esperti di alimentazione professionisti.

 

Voci da Materia

…i ritorti strumenti a fiato Zhirghani narrano, con le loro melodie sinistre, dei cicli cosmologici del Grande Rosso di Materia, questa terra informe malata ed inospitale che per poco calpestiamo con le nostra membra, come frutti senzienti da essa partoriti; noi siamo la realtà che riflette di sé stessa in un solipsismo eterno, siamo la sfera cosciente e pulsante della Natura stessa. I nostri corpi miserabili in confronto alla maestà delle Sue creazioni si mortificano nell’attesa del Sogno, sperando di non risvegliarsi mai più e mettere fine a questo ciclo di esistenza impotente, fatta di bisogni immanenti e pensieri frutto di una malattia chiamata intelletto…

Quinta Lezione di Tradizioni, recitata da Muthra’mma, Sacerdote dei Viventi

 

Il gioco, attualmente in fase di sviluppo, sarà presentato in vari eventi in Italia e giocato sul web e dal vivo con la nostra community.

Vuoi avere maggiori informazioni sullo sviluppo del gioco?

  1. Iscriviti alla newsletter
  2. seguici sulla Fan Page
  3. iscriviti al gruppo Telegram

Vuoi saperne di più? Iscriviti alla nostra mailing list!

*Campi obbligatori